Integratori per preservare e curare le articolazioni del cavallo.

Quali sono i principali integratori alimentari per la salute delle articolazioni del cavallo?

Le articolazioni del cavallo vanno preservate, ma i cavalli sono fatti per il movimento e, senza esagerare, bisognerebbe tenerli in movimento il più possibile per la loro salute. Questo significa però che bisogna prendersi cura delle loro articolazioni. Spesso a causa di foraggio di scarsa qualità o, più semplicemente, per questioni genetiche, bisogna integrare la dieta del cavallo con degli elementi essenziali per il buon funzionamento delle articolazioni.

Esistono molti integratori per le articolazioni del cavallo, di marchi diversi, con biodisponibilità diversa e in forme diverse (polvere, liquido,…).

Ma quali sono questi composti? Andiamo ad analizzare i principali:

  1. Glucosamina (5.4 – 18 g/giorno*)

    Uno degli integratori più consolidati e studiati (anche per gli esseri umani!). La glucosamina è un integratore molto sicuro, non si sono mai rilevati effetti collaterali nei cavalli, anche ad altissimi dosaggi.1,2 È un amino monosaccaride idrosolubile che costituisce uno dei blocchi fondamentali per la costruzione ed il mantenimento della cartilagine delle articolazioni, ed è inoltre utile a contenere le infiammazioni.

  1. Condroitina solfato (1.8 – 6 g/giorno*)

    Inibitore della degenerazione articolare e dei recettori infiammatori, la condroitina è un altro integratore efficace e molto popolare. Se assunta in concomitanza alla glucosamina, si ha un effetto sinergico che promuove l’effetto di entrambe.3,4,5,6 Il suo livello di assorbimento può variare di molto a seconda del produttore, quindi affidatevi solo a produttori noti e certificati.

  1. HA – Acido Ialuronico (100mg/giorno utilizzati nello studio7 ma diversi produttori propongono dosaggi variabili)

    Uno degli studi considerati ha confermato una riduzione della tumefazione più pronunciata nei cavalli che assumevano acido ialuronico rispetto al gruppo di controllo, dopo un intervento chirurgico di osteocondrite dissecante.

  1. MSM metilsulfonilmetano – (dosaggi utilizzati variabili tra 9mg/kg/giorno a 10g/giorno)

    Funziona tramite un meccanismo non del tutto chiarito, ed è un integratore molto studiato per l’uso umano, molto meno in quello animale8,9. Per questo motivo i suoi dosaggi variano molto, a seconda dell’esperienza personale di chi lo somministra. Sull’uomo ha un effetto antinfiammatorio e antiossidante che sembra mostrare anche sui cavalli. Viene comunque considerato un integratore sicuro.

Vi sono altri integratori promettenti, su cui si stanno effettuando studi completi, come curcuma, boswellia, yucca e bromelina, che vengono spesso inclusi nei prodotti (sì anche nei nostri!) per aumentare l’efficacia degli ingredienti principali.

Per cercare di preservare le articolazioni del cavallo, cerchiamo anche di seguire delle semplici regole:

  • Evitiamo che il nostro cavallo sia in sovrappeso. Come per le persone, il sovrappeso è deleterio per le articolazioni
  • Dieta bilanciata non solo come distribuzione di calorie, ma anche in oligoelementi e vitamine.
  • Far riscaldare il cavallo prima di ogni uscita. E al rientro fare esercizi leggeri di raffreddamento. Si faciliteranno così la preparazione allo sforzo e il successivo recupero dallo sforzo.
  • Controllare spesso gli zoccoli del cavallo e, se serve, farli pareggiare da un maniscalco competente. Li aiuterà a distribuire meglio il peso sulle articolazioni.

Se optate per l’uso di integratori alimentari, ricordate sempre che, oltre ad affidarvi a produttori seri (la biodisponibilità del principio attivo fa la differenza), dovreste sempre aspettare un certo periodo per notare gli effetti di un integratore. In alcuni soggetti possono bastare 10 giorni, in altri possono servire un paio di mesi per notare differenze apprezzabili. Esattamente come per gli integratori ad uso umano!

*Quantità utilizzate durante gli studi 1-2-3, raccomandate per un cavallo di 500kg, somministrazione orale

  1. Hanson RR, Smalley LR, Huff GK, et al. Oral treatment with a glucosamine-chondroitin sulfate compound for degenerative joint disease in horses: 25 cases. Eq Practice 1997;19(9):16-22.
  2. Forsyth RK, Bridgen CV, Northrop AJ. Double blind investigation of the effects of oral supplementation of combined glucosamine hydrochloride (GHCL) and chondroitin sulphate (CS) on stride characteristics of veteran horses. Equine Vet J Suppl 2006;36:622-625.
  3. Gupta RC, Canerdy TD, Skaggs P, et al. Therapeutic efficacy of undenatured type-II collagen (UC-II) in comparison to glucosamine and chondroitin in arthritic horses. J Vet Pharmacol Therap 2009;32(6):577-584.
  4. DeChant JE, Baxter GM, Frisbie DD, et al. Effects of glucosamine and chondroitin sulphate, alone and in combination, on normal and interleukin-1 conditioned equine articular cartilage explant metabolism. Equine Vet2005;37(3):227-231.
  5. Wright IM. Oral supplements in the treatment and prevention of joint disease: a review of their potential application in the horse. Equine Vet Educ 2001;13:135-139.
  6. Kelly GS. The role of glucosamine sulfate and chondroitin sulfates in the treatment of degenerative joint disease. Alt Med Rev 1998;3:27-39.
  7. Bergin BJ, Pierce SW, Bramlage LR, Stromberg A. Oral hyaluronan gel reduces postoperative tarsocrural effusion in the yearling Thoroughbred. Equine Vet J 2006;38(4) :375-378.
  8. Kim LS, Axelrod LJ, Howard P, et al. Efficacy of methylsulfonylmethane (MSM) in osteoarthritis pain of the knee: a pilot clinical trial. Osteoarthritis Cartilage2006;14:286-294.
  9. 9. Usha P, Naidu M. Randomised, double-blind, parallel, placebo-controlled study of oral glucosamine, methylsulfonylmethane and their combination in osteoarthritis. Clin Drug Invest2004;24:353-363.