Integratori articolazioni cavalli: cosa contengono gli integratori per le articolazioni del cavallo? – PARTE 2

integratori articolazioni cavalli

Con così tanti integratori per le articolazioni dei cavalli tra cui scegliere, è importante sapere quali opzioni sono efficaci. Continuiamo il discorso che avevamo iniziato con lo scorso articolo. È sempre meglio, prima di effettuare un acquisto, conoscere quali integratori per le articolazioni del cavallo contengono ingredienti supportati dalla ricerca scientifica.

Cercheremo quindi di illustrare quali ingredienti si sono dimostrati efficaci non solo in studi in vitro, ma anche in vivo, sperimentandoli cioè direttamente sui cavalli.

Non si tratta, come è stato detto, di una panoramica esaustiva, ma cercheremo di tenere aggiornato l’elenco degli ingredienti e degli studi che parlano di integratori testati direttamente sul campo. Soprattutto quegli integratori utilizzati per tenere a bada i sintomi dell’osteoartrite, la causa più frequente dei problemi articolari nei cavalli.

Resveratrolo

Il resveratrolo è un composto prodotto dalle piante, come l’uva, in risposta a lesioni o malattie.

Modalità di azione

Il resveratrolo ha effetti antiossidanti, anti-apoptotici (previene la morte cellulare) e antinfiammatori nei mammiferi, uomo incluso.

Ricerca

I ricercatori hanno scoperto che il resveratrolo ha impedito la rottura della cartilagine in animali da laboratorio con osteoartrite sperimentalmente indotta. Per testare questo nei cavalli, gli scienziati della Texas A&M University hanno valutato gli effetti di un integratore di resveratrolo su cavalli con zoppia naturale degli arti posteriori. Tali cavalli hanno assunto l’integratore per quattro mesi dopo iniezioni di corticosteroidi intra-articolari nelle articolazioni del garretto. Per riassumere, rispetto al gruppo di controllo che aveva assunto un placebo, erano meno zoppi, sia oggettivamente che soggettivamente (Watts et al., 2016).

Olio di pesce

L’olio di pesce è un acido grasso polinsaturo derivato da pesci oleosi d’acqua fredda come lo sgombro o l’aringa.

Modalità di azione

L’acido docosaesaenoico (DHA) e l’acido eicosapentaenoico (EPA), due acidi grassi omega-3 presenti nell’olio di pesce, hanno note proprietà antinfiammatorie e aumentano la sintesi del collagene.

Ricerca

Nel 2011, presso la Tarleton State University (Texas) è stato studiato un gruppo di cavalli a cui è stata indotta una sinovite (infiammazione della membrana sinoviale).

La dottoressa Trinette Jones, ha osservato una ridotta espressione genica dell’aggrecanasi ADAMTS-4 (un enzima che degrada le articolazioni) nei cavalli che ricevevano l’integratore omega-3. Questa riduzione del fattore di degradazione contribuirebbe dunque a preservare le articolazioni.

Saranno necessari ulteriori studi, ma l’integrazione orale di Omega 3 potrebbe veramente svolgere un ruolo di condroprotettore.

Cozza dalle labbra verdi

La cozza dalle labbra verdi della Nuova Zelanda (Perna canaliculus) è un grande mollusco che prospera in quel paese.

Modalità d’azione

L’estratto di cozza dalle labbra verdi è un altro acido grasso polinsaturo naturalmente ricco di acidi grassi omega 3. Anche se la sua esatta modalità di azione non è nota, i ricercatori ritengono che l’estratto abbia proprietà antinfiammatorie.

Ricerca

È stato dimostrato che l’integrazione orale di DHA ed EPA di origine marina riduce l’infiammazione articolare e migliora il grado di zoppia, le risposte di flessione degli arti posteriori e la facilità di movimento. In uno studio del 2012 di Cayzar et al.,  ad alcuni cavalli con diagnosi di zoppia ai garretti è stato somministrato un estratto unico di cozze dalle labbra verdi per via orale per 56 giorni. Hanno manifestato una riduzione della gravità della zoppia, risposte migliori al test di flessione delle articolazioni e dolore ridotto.

Insaponificabili di soia e dell’avocado

Sono una combinazione di oli insaponificabili estratti dall’avocado nonché dalla soia.

Modalità d’azione

Gli insaponificabili di soia e dell’avocado (ASI) prevengono la degradazione della cartilagine e aiutano a ripararla stimolando la sintesi del collagene.

Ricerca

I ricercatori della Colorado State University hanno indotto l’osteoartrite nelle articolazioni del ginocchio di 16 cavalli. La metà ha ricevuto l’ASI per via orale nella melassa, e la metà ha ricevuto solo melassa come placebo. L’ASI non ha modificato i segni di dolore o zoppia, ma ha ridotto l’erosione della cartilagine articolare e ha aumentato la sintesi di GAG (Kawcak et al., 2007).

Combinazioni di ingredienti negli integratori per le articolazioni dei cavalli

Infine, esistono anche alcuni studi che valutano una combinazione di ingredienti per il supporto delle articolazioni. In uno studio dell’Animal Health Trust, pubblicato di recente in Inghilterra, i ricercatori hanno testato un integratore orale contenente GC, MSM, DHA ed EPA. Hanno scoperto che questa combinazione riduceva il grado di zoppia, aumentava la facilità di movimento e consentiva una maggiore flessione del garretto nei cavalli che venivano cavalcati, facevano lavori a terra o facevano esercizio al pascolo (Murray et al., 2016). Negli integratori per le articolazioni dei cavalli, sembra che vi sia dunque un effetto sinergico tra gli ingredienti base.

Conclusioni

Possiamo quindi dire che al momento, per quel che riguarda gli integratori per le articolazioni dei nostri cavalli (e non solo), esiste una platea di ingredienti efficaci e naturali.

Ci dobbiamo sempre però ricordare che i risultati, quando si tratta di integratori (sia per cavalli che umani) i risultati richiedono un po’ di tempo e costanza per manifestarsi.

Scegliete un buon integratore e testatelo con costanza e cercando di rilevarne l’efficacia sul vostro animale.

Noi cercheremo di tenervi aggiornati!