Benefici dell‘equitazione parte 2: i benefici psicologici dell’equitazione

benefici psicologici dell'equitazione

Proseguiamo la panoramica sui benefici dell’equitazione, parlando dei benefici psicologici dell’equitazione.

Un cavallo non è uno strizzacervelli ma i cavalli possono contribuire positivamente alla salute mentale di chiunque. Non solo stare con i cavalli significa passare del tempo all’aperto ed essere fisicamente attivi, ma offre anche esperienze e intuizioni stimolanti.

Ecco una piccola panoramica dei benefici psicologici dell’equitazione.

Stimola il legame: la compagnia di un cavallo

Ci sono pochi sentimenti che possono essere paragonati alla sensazione di stabilire una vera connessione con un animale con cui non si può comunicare verbalmente. Costruire un rapporto con un cavallo richiede tempo, proprio come avviene con gli esseri umani. Ma con la fiducia e il rispetto reciproci e una serie di esperienze positive insieme, di solito, si svilupperà un legame che contribuirà alla tua felicità generale.

Insegna la pazienza e la perseveranza

Ci sono molte cose da fare per diventare un buon cavaliere. Un ingrediente chiave, e qualcosa con cui praticamente tutti gli equestri devono presto o tardi fare i conti, è la pazienza. Insegnare a noi stessi e al cavallo nuove abilità non avviene da un giorno all’altro e spesso richiede molta costanza e pratica. A volte il progresso che facciamo è così incrementale che non ci rendiamo nemmeno conto quando le cose si stanno muovendo nella giusta direzione, a meno che non lo seguiamo costantemente e ci prendiamo il tempo di guardare indietro al punto di partenza. Se si vuole diventare veri cavalieri, la perseveranza è un’abilità di cui si avrà inevitabilmente bisogno e qualcosa che probabilmente servirà anche in altri aspetti della vita. Nella nostra esperienza, le persone della comunità equestre sono a volte viste come testarde o cocciute da altre persone che non hanno familiarità con questo ambiente, ma forse sono solo perseveranti?

Equilibrio mentale e gestione dello stress

L’equitazione richiede molta attenzione per essere contemporaneamente in sicurezza e direzionare il cavallo dove deve andare. Un sorprendente effetto collaterale di questo è che l’equitazione ti permette di disconnetterti dallo stress e dalle preoccupazioni della tua vita mentre ti concentri sul cavallo e su ciò che ti circonda. Certo, i problemi saranno ancora lì quando tornerai in macchina per tornare a casa, ma la tua mente ha avuto una pausa e i tuoi livelli di stress si saranno ridotti durante il tempo in cui la tua mente era impegnata altrove. Uscire da spirali di pensieri negativi, allontanarsi dalla fonte di stress e uscire nella natura e all’aria aperta può fare miracoli per la mente!

Contribuisce alla felicità

Gli studi indicano che l’equitazione aumenta i livelli di serotonina, un ormone che migliora l’umore, più di altri tipi di esercizio e questo probabilmente non è una sorpresa per i cavallerizzi esperti. Trascorrere del tempo nella scuderia e cavalcare i cavalli può spesso contribuire a sollevare l’umore di qualcuno, sia perché si è fisicamente attivi ma anche perché si sta facendo qualcosa che piace e che aiuta a disconnettersi da pensieri negativi o sentimenti di stress.

Benefici per lo sviluppo personale

I benefici psicologici dell’equitazione sono ancora molti.  Ad esempio, contribuisce anche a sviluppare competenze e capacità personali. Questo è uno dei motivi per cui crediamo che sia un’attività ottima per i bambini – i cavalli insegnano loro così tante lezioni, sia direttamente che indirettamente.

Maturità e senso di responsabilità

Che tu sia proprietario o solo occasionalmente prenda lezioni di equitazione, prendersi cura di un cavallo richiede un certo livello di maturità. Avere un cavallo “in custodia”, anche solo per qualche ora, è una grande responsabilità e significa che sei responsabile del benessere di quel cavallo durante il tempo che passi con lui. Specialmente per i bambini e gli adolescenti, questa può essere un’esperienza formante e una grande lezione.

Imparare e provare cose nuove

Con i cavalli, c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare e nuove prospettive da capire. Non si ha mai veramente finito. Un giorno pensi di sapere qualcosa e il giorno dopo incontri qualcuno con una visione completamente diversa o che usa tecniche molto diverse dalle tue. I migliori cavalieri sono spesso quelli che mantengono una mente aperta e che applicano i migliori consigli da varie fonti.

Espande il circolo sociale e costruisce “social skills”

Anche se l’equitazione è principalmente uno sport individuale, le attività intorno all’equitazione in genere coinvolgono un bel po’ di interazione umana, soprattutto se si prendono lezioni o si cavalca un cavallo che è in stalla in un centro equestre locale. In questo contesto, passerete innumerevoli ore nello stesso luogo con altre persone che si divertono a fare la stessa cosa che fate voi. Per i bambini e gli adolescenti, questa può essere un’occasione d’oro per conoscere altri al di fuori delle loro attività scolastiche regolari e nella nostra esperienza, la presenza di cavalli tende ad alleggerire l’atmosfera e rende la connessione abbastanza facile.

Competere e affrontare la sconfitta

Dopo aver acquisito le abilità di base dell’equitazione, un cavaliere può scegliere di partecipare alle competizioni nella sua disciplina preferita. Prima dell’evento, il cavaliere dovrà fissare degli obiettivi, prepararsi sia in termini di equitazione che di logistica e probabilmente affrontare un certo livello di stress e nervosismo. Dopo l’evento arriva il momento di elaborare e analizzare i risultati. Poiché l’equitazione è uno sport individuale, affrontare i risultati deludenti di una competizione può essere più difficile che negli sport di squadra dove i membri della squadra si sostengono a vicenda, e la sconfitta è sopportata da tutti collettivamente. Costruire una capacità di accettare che le cose non vanno sempre come vorremmo e la capacità di imparare dagli errori sono abilità importanti nelle gare e nella vita.

Superare la paura

La paura è un sentimento con cui è molto probabile che ci si imbatta come cavallerizzo. Sia che abbiate paura dei cavalli e siate nervosi prima iniziare a cavalcare o che abbiate avuto un incidente e siate stati buttati giù, affrontare la paura vi aiuterà in molti ambiti della vita. Uscire dalla zona di comfort e lanciarsi in qualcosa di nuovo e incerto fa paura, ma le ricompense ne valgono la pena e vi aiuta a progredire e costruire la vostra fiducia in se stessi.

Capacità di risolvere i problemi

Prendersi cura dei cavalli significa trovarsi in situazioni inaspettate. Sempre. Essere proprietario di un cavallo significa fondamentalmente avere una laurea avanzata nella risoluzione dei problemi! Dalle riparazioni fai-da-te nella scuderia al provare, fallire e riprovare ad addestrare i cavalli in tutto, dal lavoro a terra ai movimenti complessi da affrontare. Ciò che ha funzionato per gli altri potrebbe non funzionare sempre per te e quindi gli equestri tendono a sviluppare la capacità di capire le cose.

Costruisce il carattere

Quando si combinano tutti i punti di cui sopra è chiaro quanto bene possa fare cavalcare in termini di benefici psicologici dell’equitazione. In poche parole contribuisce a costruire il carattere, la resilienza mentale, e la forza.

Roba da supereroi!